Cosa stai cercando?

Ispirazione

Valori

Know-how

Creazioni

La nostra storia

Tutti gli Orologi

Nereide Ultraleggero

Nereide

Nereide GMT

Redentore Riserva di Carica

Redentore

Nereide GMT 39: lo specchio del viaggiatore

Nereide GMT 39

 

Fusi orari e GMT

Il concetto di un unico sistema di riferimento orario globale è comunemente attribuito a Sandford Fleming, un ingegnere ferroviario canadese nato in Scozia che, nel 1879, propose di suddividere il mondo in 24 fusi orari. Per quanto strano possa sembrare, l'idea nacque come conseguenza di aver perso un treno durante un viaggio in Irlanda, per via di un orario errato che riportava l’indicazione "pm" (ora pomeridiana), invece di "a.m." (ora mattutina).

Il sistema proposto da Sandford divenne operativo in Canada nel 1883 e fu adottato come standard globale dalla International Meridian Conference di Washington un anno dopo. Nel 1929, tutti i principali paesi del mondo lo avevano accettato.

 

L'origine della complicazione GMT

 

Cosa significa "GMT"?

GMT è l'acronimo di Greenwich Mean Time, ossia l'ora locale del meridiano zero del sobborgo londinese di Greenwich. Da qui, l'ufficio postale britannico trasmetteva all'intero paese via telegrafo i segnali orari sulla base dei quali regolare gli orologi. Dagli anni '60, inoltre, tutti gli orologi atomici sono sincronizzati sull’ora di Greenwich, che da allora è altrimenti nota come "Universal Time Coordinated" o UTC.

Oggi, la UTC è l'ora di riferimento globale per qualsiasi sincronizzazione dell'ora.

 

Perché un orologio GMT?

Dopo l’invenzione della ferrovia, il 20° secolo ha vissuto una rivoluzione ancora più decisiva nel campo dei trasporti grazie all'aviazione, che ha di fatto annullato definitivamente la barriera delle distanze. Negli anni '60 gli aerei di linea solcavano il cielo a più di 800 km/h, una velocità fuori scala anche per gli standard ferroviari. 

Un volo di 3000 miglia da Londra a New York impiegava circa 7 ore nel 1960 (più o meno la stessa durata di oggi), spostandosi attraverso 6 fusi orari. Per percorrere in treno una distanza analoga, come quella che intercorre tra una costa e l’altra degli Stati Uniti, da New York a San Francisco, ci volevano 83 ore e si attraversavano solo 4 fusi orari. Pertanto, per il capotreno non era certamente un problema sincronizzare l’orologio con l’ora locale, dopo tutto attraversare un fuso orario accadeva ben poche volte durante il viaggio. Per il pilota di un jet passeggeri, fare la stessa cosa risultava quantomeno scomodo.

 

La storia della complicazione GMT

La Pan American Airways, è stata la più grande e importante compagnia aerea degli Stati Uniti

Per risolvere questo problema, la compagnia aerea americana PanAm si rivolse a Rolex per fornire ai propri piloti un orologio che potesse simultaneamente indicare l'ora locale e tenere traccia dell'ora di arrivo. Il GMT Master fu la risposta della maison coronata.

 

Come funziona GMT?

Il modulo GMT è costituito da una lancetta aggiuntiva, solitamente col terminale a forma di freccia, che compie un giro ogni 24 ore e permette di tenere traccia di un fuso orario diverso dall'ora locale, già segnata dalla lancetta delle ore (che completa un ciclo in 12 ore).

Meccanicamente, i primi moduli GMT erano abbastanza semplici: erano infatti costituiti da una ruota aggiuntiva accoppiata a quella delle ore sulla quale era ancorata la lancetta GMT. Questa seguiva l'ora locale su una scala di 24 ore riportata su una lunetta derivata dagli orologi subacquei. Ruotando la lunetta della differenza oraria tra il fuso locale e quello da monitorare, si otteneva il nuovo riferimento sul quale leggere l’ora attraverso la lancetta GMT.

 

Lancette Nereide GMT

Kit sfere della nuova collezione Nereide GMT 39

I GMT moderni aggiungono la possibilità di seguire di un terzo fuso orario utilizzando gli indici del quadrante come riferimento, poiché la lancetta GMT può essere impostata indipendentemente dalla lancetta delle ore.

Oltre alla quarta lancetta, l'altra singola caratteristica che rende inconfondibile questa tipologia orologi è la lunetta bicolore. Si presenta in due metà equamente divise, solitamente una scura e una chiara, che coprono rispettivamente le ore notturne e diurne.

 

Un movimento per orologi d'élite?

Tra gli orologi meccanici, i GMT sono sempre stati classificati come "di lusso". L’avere una funzione aggiuntiva li colloca tra i cosiddetti segnatempo “complicati”, con prezzi che sono sempre stati nella fascia alta, soprattutto se dotati anche di carica automatica.

Tuttavia, a metà del 2022 una delle più grandi aziende di orologeria del mondo, Seiko, ha presentato l'NH34A. Questo è il primo calibro GMT realizzato da un produttore di queste dimensioni in una fascia prezzo che possa definirsi “accessibile”.

Nereide GMT 39 Grigio Perla


Venezianico è tra le prime realtà orologiere nel mondo a montare questo calibro sui suoi segnatempo. Grazie alla qualità e all'affidabilità Seiko, il nuovo Nereide GMT tiene fede ad uno dei nostri principi cardine: produrre orologi "di qualità ma a prezzi accessibili".

Il 25.07.2022 saranno verranno lanciate quattro differenti varianti cromatiche, blu ottanio, antracite chiaro, nero assoluto e grigio perla con dettagli in oro rosa. Tutti i quadranti presentano una fine lavorazione “soleil” e sono racchiusi in una cassa in acciaio chirurgico 316L da 39mm, dotata di vetro zaffiro antigraffio e antiriflesso, impermeabile fino a 200 m di profondità e sigillata da una corona a vite. 

Tutte le specifiche tecniche:

  • Materiale cassa: Acciaio 316L
  • Dimensioni: Ø39 mm, da ansa ad ansa 45.50 mm
  • Spessore: 13.3mm, vetro incluso
  • Movimento: Seiko NH34A GMT Automatico
  • Funzioni: GMT, datario
  • Vetro: zaffiro con trattamento antiriflesso
  • Pigmento luminescente: BGW9 Super-LumiNova®
  • Ghiera: Inserto in vetro BK7, 120 scatti
  • Resistenza all'acqua: 20ATM (= 200mt)
  • Bracciale: Canova

 

Vuoi saperne di più?

Scrivici su Whatsapp o Chiamaci